Quotidiano | Categorie: Politica, Economia&Aziende

Fusione tra Aim Vicenza e Asgm Verona, Daniele Ferrarin per M5S: è un rischio anche per sanzione milionaria di AEEGSI ai veronesi

Di Note ufficiali Domenica 19 Febbraio alle 19:47 | 0 commenti

ArticleImage

Con riferimeno a notizie di stampa dello scorso mese di gennaio, che lanciavano l'ipotesi di una fusione tra Aim s.p.a e Asgm di Verona s.p.a., Daniele Ferrarin, portavoce consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Vicenza, in una nota, che pubblichiamo, ricorda che fin da subito il Movimento Cinque stelle di Vicenza ha invitato il sindaco Achille Variati a procedere con la massima cautela nella vicenda e, soprattutto, ad escludere l'ipotesi di quotazione in Borsa delle aziende. Da tempo girano notizie poco rassicuranti sulle difficoltà gestionali dell'Azienda di Verona e delle sue partecipate: una conduzione aziendale non rispettosa delle regole e fortemente politicizzata.

Dagli inizi nel 2011, infatti, Agsm di Verona è stata sottoposta alla vigilanza dell'Autorità del garante per l'energia, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) e varie ispezioni sono state promosse al fine di verificare la correttezza gestionale della Holdig e delle altre partecipate veronesi.

Molte sono state le contestazioni mosse, tanto che nel febbraio scorso, sono state deliberate pesanti sanzioni contro AGSM distribuzione, AGSM Verona e AGSM energia per un totale di 5 milioni 300 euro.
La linea tenuta dal Sindaco di Verona Flavio Tosi e dal Presidente della stessa partecipata sulla questione della sanzione di 5.300.000 euro complessivi è patetica: "ci hanno colpiti ingiustamente, forse perché siamo piccoli e i grandi del mercato ci vogliono fagocitare, comunque hanno multato solo noi...".

Tra l'altro non si tratta di accanimento perché nel 2015 anche un'altra grande impresa del settore, la Edison, è stata multata per 4.000.000 di euro. Questa è la realtà!
Ora chiediamo al sindaco Variati se questa sanzione sarà posta anche a carico dei cittadini di Vicenza, una volta attuata la fusione. Già, perché in Italia non paga chi sbaglia o chi non vigila, ma sempre e solo i cittadini. A questa domanda deve rispondere il Sindaco prima di avallare un' operazione che già mostra pesanti criticità.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

Venerdi 19 Maggio alle 10:05 da zenocarino
In Variati: “I tagli alle Province sono tagli ai servizi. Facciamo appello alla responsabilità del Parlamento”

Domenica 14 Maggio alle 07:29 da kairos
In Dopo BPVi e Fiera alla morte di Vicenza mancano solo la retrocessione del Vicenza e la cessione di Aim

Venerdi 28 Aprile alle 10:28 da kairos
In L'Italia dal 77° al 52° posto per libertà di stampa: Bulgarini festeggia smentendo Variati

Venerdi 28 Aprile alle 10:27 da kairos
In L'Italia dal 77° al 52° posto per libertà di stampa: Bulgarini festeggia smentendo Variati
Gli altri siti del nostro network