Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Politica

Brunetta presenta i candidati del Vicentino per Forza Italia alle Politiche 2018 e Paroli polemizza con FdI sui candidati sindaco Rucco e Mantovani

Di Video servizio di Enrico Zolla Venerdi 9 Febbraio alle 10:31 | 3 commenti

Giovedì 8 febbraio Forza Italia ha presentato il programma e i candidati della provincia di Vicenza alle elezioni politiche. Erano presenti tra gli altri il coordinatore regionale on. Andriano Paroli, il commissario provinciale Matteo Tosetto e l'on. Renato Brunetta (qui la sua intervista). Con Brunetta ci sono i candidati per le elezioni politiche: il vicentino Pierantonio Zanettin, che corre nel collegio uninominale di Vicenza per la Camera, Niccolò Ghedini, l'avvocato di Berlusconi candidato nell'uninominale senatoriale Bassano-Alta Padovana, il titolare di Grafica Veneta Fabio Franceschi (che la società editrice de Il Fatto Quotidiano ha, perciò, "rimosso" dalla sua compagine societaria chiudendo anche il contratto di stampa) e Rossella Olivo, entrambi schierati nel plurinominale per la Camera.

Durante la conferenza stampa di cui pubblichiamo a seguire il video integrale c'è stata, poi, la questione Amministrative 2018 con le relative polemiche con gli altri settori del centro destra, in primis Fratelli d'Italia (qui i relativi video), che sostengono Francesco Rucco come sindaco piuttoto che Fabio Mantovani indicato da Forza Italia e Lega. A tal proposito proponiamo l'articolo del Corriere Veneto.

 

Comunali, scontro aperto tra Fi e FdI «Con noi o fuori». «Esclusi dalle scelte»

Forza Italia che lancia un avvertimento: «Se Fratelli d'Italia vuol far parte della coalizione deve evitare personalismi come quello di Rucco (Francesco, candidato sindaco, ndr)». Fratelli d'Italia che risponde a tono: «Siamo alleati leali e non furbetti -ribatte il coordinatore regionale, Sergio Berlato - ma non siamo mai stati coinvolti nella decisione del candidato sindaco». Ecco servito l'ennesimo contrasto del centrodestra vicentino. E stavolta le prese di posizione sono nette e riguardano due partiti che, mentre a livello nazionale convivono all'interno della coalizione composta anche da Lega e Noi con l'Italia, in città sostengono due diversi candidati sindaco in vista delle amministrative di maggio: Forza Italia e Lega appoggiano l'avvocato Fabio Mantovani, Fratelli d'Italia con altre sei civiche sostengono il collega e consigliere comunale Francesco Rucco. E il nodo, difatti, sta tutto qui. A metterlo in primo piano è il commissario regionale di Forza Italia, Adriano Paroli, intervenuto a margine della presentazione dei propri candidati alle Politiche del 4 marzo in presenza, fra gli altri, anche dei maggiorenti del partito come il capogruppo alla Camera, Renato Brunetta, e l'onorevole Niccolò Ghedini. Paroli lancia lo sguardo al voto per le amministrative a Vicenza e prende posizione sulle critiche mosse al candidato da parte dell'assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan: «Credo che l'assessore volesse chiedere un maggior impegno del partito per la campagna elettorale - dichiara Paroli - e sicuramente ci impegneremo di più dopo il 4 marzo. E sono convinto che anche lei sosterrà il nostro candidato». Poi, però, ecco il messaggio a Fratelli d'Italia: «La scelta di candidare Rucco è stata fatta in modo disinvolto e senza che noi sapessimo nulla - afferma Paroli -. E siccome è sostenuto da Fratelli d'Italia, si pone un problema, perché quel partito non può far parte della coalizione solo quando conviene». Il messaggio rivolto a FdI è chiaro, ma il commissario di Forza va pure oltre: «Faremo le nostre valutazioni - afferma - in base alla decisione che Fratelli d'Italia prenderà, ma nel caso insistessero per il loro candidato significa che correranno da soli anche a Treviso e in tutti gli altri Comuni sopra i 15 mila abitanti che vanno al voto. E dopo un atteggiamento così poco ortodosso ci sarebbero problemi anche negli accordi in caso di ballottaggio». Insomma, da Forza Italia arriva un vero e proprio aut-aut all'alleato di centrodestra. Ma Fratelli d'Italia tiene la barra dritta, per le Comunali, proprio sulla civica di Rucco: «Noi siamo alleati leali, non certo "furbetti": sono Lega e Forza Italia che hanno scelto due loro candidati, di parte, per le amministrative di Vicenza e Treviso» mette in chiaro Sergio Berlato, coordinatore regionale del partito. Ieri il movimento di Giorgia Meloni ha presentato i propri candidati vicentini alle politiche del 4 marzo. Lo stesso Berlato è capolista al plurinominale per la Camera per tutta la provincia, ed è seguito da Maria Cristina Carretta, paladina del mondo venatorio candidata in più collegi in Veneto e Lombardia, da Ciro Maschio e dalla commercialista Anna Massaro. Ma era inevitabile, per il leader veneto, replicare anche alle critiche del coordinatore veneto forzista Adriano Paroli: «Noi siamo sempre dalla parte delle persone leali - ha dichiarato Berlato - ricordo che come Fratelli d'Italia abbiamo letto dai giornali, ad un certo punto, della decisione di Lega e Forza Italia per Vicenza e Treviso. Per proporre un candidato comune dell'alleanza di centrodestra vanno riunite tutte le forze che la compongono, e va trovata una convergenza su programmi e nomi. Questo non è stato fatto». Quindi, FdI conferma il sostegno a Rucco, «candidato vicentino, persona apprezzata e rispettata. Per noi resta il candidato migliore - avverte il coordinatore veneto - comunque non ci arrocchiamo, se le altre forze dell'alleanza avvieranno un dialogo rimettendo in discussione le loro candidature di parte, noi siamo disponibili».

Presentando i candidati di FdI, Berlato ha ricordato le sue battaglie come europarlamentare e in consiglio regionale, ma ha lanciato anche una frecciata alla forzista Elena Donazzan: «Lei che non è riuscita a farsi valorizzare dal suo partito né per le amministrative né per le politiche».

di Andrea Alba e Gian Maria Collicelli, da Il Corriere del Veneto


Commenti

Inviato Venerdi 16 Febbraio alle 10:30

Ma FdL non aveva deciso per Rucco, prima si formalizzasse il "patto FI-Lega per Vicenza e Treviso ?" Sbaglio forse ?
Inviato Venerdi 16 Febbraio alle 21:36

Forza Italia aveva indicato Elena Donazzan... Stato confusionale...
Inviato Sabato 17 Febbraio alle 11:47

Forza Italia NON aveva "indicato" la Donazzan, Lei ,però, si era messa a disposizione. Una cosa ben diversa. Scriviamo cose corrette !
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Sabato 17 Febbraio alle 11:47 da zenocarino
In Brunetta presenta i candidati del Vicentino per Forza Italia alle Politiche 2018 e Paroli polemizza con FdI sui candidati sindaco Rucco e Mantovani

Venerdi 16 Febbraio alle 21:36 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Brunetta presenta i candidati del Vicentino per Forza Italia alle Politiche 2018 e Paroli polemizza con FdI sui candidati sindaco Rucco e Mantovani

Venerdi 16 Febbraio alle 10:30 da zenocarino
In Brunetta presenta i candidati del Vicentino per Forza Italia alle Politiche 2018 e Paroli polemizza con FdI sui candidati sindaco Rucco e Mantovani

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network