Quotidiano | Categorie: Fatti

CFP Patronato: la scuola che forma i lavoratori del futuro

Di Monica Zoppelletto Venerdi 12 Maggio alle 16:24 | 0 commenti

A CFP Patronato si possono scegliere sei percorsi di studio: grafico, operatore ai servizi di vendita, meccanico, meccatronico, elettrico, termoidraulico. Gli studenti iscritti sono 450 e da questo anno scolastico possono sperimentare il sistema duale, cioè la possibilità di continuare a studiare anche per il quarto e quinto anno (ora la scuola prevede il diploma dopo tre anni di corso). Abbastanza elevata la presenza di stranieri che si aggira attorno al 40%. L'alternanza scuola/lavoro è presente in dose massiccia visto che i ragazzi durante l'anno scolastico fanno esperienza in numerose aziende, tanto che qualcuno di loro lavora già come apprendista. La scuola offre molteplici laboratori per ogni indirizzo di studio e qui gli mettere in pratica tutte le competenze acquisite.

"Un progetto innovativo - spiega il dirigente Ugo Pasquale - è quello che inizierà a settembre di quest'anno col nome di classe rovesciata. In sostanza i professori smetteranno di insegnare e i ragazzi, dotati di tablet, nel pomeriggio, a casa, dovranno approfondire argomenti assegnati dai docenti e poi spiegarli in classe. Anche l'aula verrà rivoluzionata: le sedie, ad esempio, avranno delle rotelle in modo da semplificare lo spostamento dei ragazzi per lavorare in gruppo".

Leggi tutti gli articoli su: CFP Patronato, Ugo Pasquale

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Mercoledi 13 Settembre alle 12:50 da Luciano Parolin (Luciano)
In Raffaele Colombara con Valter Casarotto denuncia i rischi dell'ex Hotel Europa. E i manager del Tiepolo: "persi Europei under 20 di calcio per degrado di S. Lazzaro!". Che VicenzaPiù mostra da sempre, con Colombara

Mercoledi 30 Agosto alle 14:41 da Kaiser
In Referendum, Poggi: "Zaia teme che i veneti capiscano la truffa"

Mercoledi 23 Agosto alle 17:09 da zenocarino
In La Soprintenza non definisce museo la Basilica Palladiana, ma almeno la Fondazione Roi non dovrà dare più dei 100.000 euro già assegnati alla mostra di Van Gogh: lo dice, ma anche no, Achille Variati
Gli altri siti del nostro network